Home

Storia

Karate Ginnastica Organigramma Dove ci trovi News Archivio

Fermo restando che tutto ciò che rappresenta aggressività e violenza esiste, non ci si deve illudere di poter cancellare l’istinto, bisogna solamente impegnarsi  (e non è di certo facile), in una continua attenzione, nella trasformazione della violenza in arte sopraffina di intelligenza, strategia e autocontrollo. (Z.P.G.)

KARATE

 

 Il Karate è un'arte marziale che ha le sue origini nelle arti del pugno cinesi e nelle tecniche di combattimento a mano nuda praticate nell'isola di Okinawa.

Karate do significa 'la via della mano vuota' ovvero: te: mano, kara: vuota inteso in un doppio significato, vuota senza armi e vuota nell'accezione del buddismo zen riferito allo stato mentale.

Do è una parola che nella cultura giapponese è concepita come una via che conduce verso uno stato spirituale che libera le facoltà umane nei diversi campi delle arti: questo stato spirituale può essere raggiunto attraverso l'approfondimento di una disciplina.

 Negli ultimi decenni, con la sua diffusione in tutto il mondo, il karate ha acquisito più identità, le più riconosciute sono il karate sportivo ed il karate budo.

Il karate sportivo viene praticato per la competizione con un numero di tecniche limitato e regole precise.

Il karate budo include nella sua pratica i concetti della filosofia Zen, mira quindi alla formazione del corpo e dello spirito, ricerca un'armonia interiore nel governo dei propri istinti (aggressività, paura, egoismo...), attraverso la pratica di tecniche di combattimento.    

 

Scegliere la pratica del Karate, significa effettuare una scelta intelligente senza farci condizionare dalle mode, dai conformismi e dai preconcetti, dando a noi stessi la possibilità di sperimentare personalmente ciò che non si conosce, cercando di capire l'essenza di un'arte che è energia vitale. Fare karate aiuta a far crescere e mantenere il tuo corpo sano e robusto, armonioso e non sproporzionato. Karate è valido per ogni età dell'individuo, dai cinque ai settant'anni.
Il bambino impara a conoscere il proprio corpo, a controllarne i movimenti usandoli in maniera cosciente. Si inserirà in una comunità di coetanei dove il proprio divertimento sarà goduto nel rispetto reciproco, comincerà a diventare più rispettoso delle regole e più disciplinato. Inoltre sarà predisposto a diventare una persona più sicura nella vita perché avrà avuto degli insegnamenti e delle esperienze che, oltre al gioco, lo hanno messo a prova emotivamente e fisicamente e di questo ne porterà il ricordo per sempre nella sua esistenza.
Il karate per i ragazzi è anche un'alternativa a tutto il tempo passato al pub davanti a una birra: frequentare una scuola di karate significa entrare in un ambiente sano dove si incontrano persone giovani con le quali fare amicizia e persone meno giovani che possono sempre insegnare qualcosa di utile. Nel Paci Karate Club non conta la propria identità sociale, economica, di sesso o qualsivoglia immagine, ma è importante misurarsi con se stessi e conquistare la consapevolezza di poter diventare persone rispettabili e sicure per ogni ambiente e qualsiasi situazione.